Rughe: via con tuina e agopuntura

Il massaggio tuina e l’agopuntura sono pratiche della medicina tradizionale cinese che offrono anche applicazioni antietà. La loro caratteristica peculiare  è quella di non agire solo sul singolo problema, ma su un sistema di funzioni  con una ricaduta di benefici molto ampia.

L’agopuntura offre risultati nell’attenuare le rughe del viso per la sua efficacia sulla microcircolazione, mentre il tuina promuove e sostiene le funzioni vitali.

I trattamenti sono personalizzati

Il medico esamina la persona cercando di capire quale può essere il suo squilibrio energetico. Sebbene rilassamento della pelle, perdita di tono, dolori articolari, spossatezza e calo energetico siano caratteristiche dell’invecchiameto, per la medicina cinese ogni indviduo è un unicum per la particolare unione di Ying e Yang.

Non ci sono percorsi standard. Il medico osserva, interroga, tocca la persona per arrivare a una diagnosi. L’analisi della lingua e l’auscultazione del polso sono pratiche antiche ancora oggi indispensabili per capire le cause del malessere e individuare la migliore strategia  di intervento.

L’agopuntura ha a disposizione una mappa di canali, i meridiani, che percorrono tutto il corpo, da cui partano diramazioni  che raggiungono gli organi interni. Lungo i meridiani ci sono punti sui quali  è possibile intervenire per ritrovare l’equilibrio. L’ago è posto in superficie, ma l’azione riequilibrante raggiunge l’organo interno corrispondente.

 

salute e benessere,rughe,donne,come sconfiggere le rughe


In chiave antietà sono interessanti  le funzioni del fegato, responsabile del ristagno di sangue, e il rene per la sua  funzione di magazzino delle energie ancestrali.

Per la medicina cinese le rughe sono frutto del ristagno di Qi e sangue nel fegato, che determinano una diminuizione della circolazione sanguigna soprattutto a livello del microcircolo. Il metodo consiste in un trattamento locale e uno generale personalizzato. Per quanto riguarda il trattamento locale, gli aghi sono di calibro sottile e sono inseriti superficialmente.

Il trattamento localizzato, invece, dovrà tenere conto delle particolari condizioni della persona, in relazione al suo stile di vita  e alla sua condizione energetica. Un ciclo di trattamento prevede una decina di sedute a cadenza settimanale.

Il tuina è un massaggio dotato di un vasto repertorio di tecniche manuali utili a ritrovare lo stato energetico migliore e il benessere psicofisico. I punti energetici codificati dall’agopuntura vengono  stimolati applicando tecniche di digitopressione, manipolazione muscolare, trazioni articolari e vertebrali.

L’operatore di tuina utilizza dita, mani e gomiti per drenare i canali energetici e far fluire  al meglio le enrgie vitali. In chiave antietà sono utili i trattamenti  che supportano le funzioni renali.