Distress cronico le 5 fasi attraversate da chi ne soffre

Distress cronico: le 5 fasi attraversate da chi ne soffre

Oggi parliamo del distress cronico, una condizione ancora oggi troppo spesso sottovalutata e non riconosciuta. Eppure ormai sappiamo tutti molto bene che quando parliamo di stress parliamo di una delle patologie più diffuse nel mondo moderno.

Un mondo in cui la vita scorre frenetica tra mille impegni e responsabilità. Un mondo in cui ci sembra non avere mai tempo per respirare un po’ e riposarci. E dunque un mondo che sicuramente ci stressa. E non a caso lo stress è, come detto, una patologia molto diffusa (e spesso sottovalutata) in tutto il mondo.

Quello che molti non sanno, però, è che lo stress può essere di due tipi. C’è lo stress cosiddetto Eustress e quello detto distress. L’eustress è la parte positiva dello stress. Quella forza vitale che ci permette di essere attivi nei confronti degli stimoli esterni e della vita frenetica che stiamo facendo.

E poi c’è invece il distress, ovvero la condizione che causa stanchezza cronica, debolezza e esaurimento psicofisico. Oggi vediamo insieme quali sono le 5 fasi del distress cronico.

Se hai attraversato queste 5 fasi, allora potresti soffrire di distress cronico

STANCHEZZA CRONICA

Come detto, la prima fase di questa condizione è una stanchezza perenne, cronica. Si inizia con uno sforzo enorme nell’alzarsi dal letto al mattino e si continua con l’abuso di caffeina per tenersi svegli durante la giornata. Da qui si può passare all’estremo opposto, ovvero ai problemi di insonnia durante la notte, quando i pensieri stressanti invadono la nostra mente.

PROBLEMI INTERPERSONALI E AUTOISOLAMENTO

A questo punto iniziano i problemi nei rapporti con le persone che abbiamo vicine. Siamo sempre nervosi e irascibili e i nostri rapporti sociali iniziano a risentirne. Ci sentiamo sospettosi nei confronti di tutti e il nostro umore rovina le nostre amicizie o in generale i nostri rapporti. E piano piano si passa all’autoisolamento.

TURBE EMOTIVE

Si arriva dunque alla terza fase, quella delle turbe emotive. Ci sentiamo prima incompresi dal resto del mondo, poi iniziamo a incolpare noi stessi per i nostri rapporti che si stanno piano piano rovinando. Ci sentiamo insicuri, non in pace con noi stessi, mai contenti di ciò che siamo

DOLORI CRONICI

Si passa quindi alla quarta fase, dove il nostro malessere emotivo si inizia a manifestare anche nel nostro organismo. In questo modo, infatti, il nostro corpo prova ad inviarci segnali circa il nostro stato di malessere. Si possono provare dolori muscolari, problemi alle articolazioni, ma anche mal di denti, soprattutto per l’abitudine di digrignare i denti durante la notte.

PATOLOGIE DA STRESS

A questo punto il nostro corpo inizia ad inviarci dei campanelli d’allarme più forti, con vere e proprie patologie. Possono arrivare raffreddori, influenze, ma anche ulcere, coliti, problemi di asma e di ipertensione. Attenzione a non sottovalutare questi sintomi. E a proposito di questo, ecco alcuni consigli per liberarsi di ansia e stress.