Effetto Diderot comprare cose che non ci servono

Effetto Diderot: comprare cose che non ci servono

Oggi parliamo del cosiddetto effetto Diderot, ovvero un fenomeno della nostra psiche che ci spinge a compare cose inutili. Chiunque di noi saprà benissimo di che cosa stiamo parlando. Quante cose avete comprato che, pensandoci bene, in realtà non vi servivano affatto?

Noi siamo sicuri che a chiunque di voi sarà successo almeno una volta nella vita. C’è chi ama lo shopping e chi riesce a tenerlo un po’ più sotto controllo. Ma sia la prima categoria di persone che la seconda sa davvero bene cosa significhi fare un acquisto del tutto inutile

Ecco, questo è il fenomeno della psicologia di cui vogliamo parlarvi oggi. Cosa ci porta a fare acquisti che non ci servono davvero? Cosa ci spinge a comprare cose inutili? Vediamo insieme come rispondono gli esperti di psicologia  a questa particolare domanda.

Effetto Diderot: ecco perché compriamo cose che non ci servono

Si chiama Effetto Diderot ed è il fenomeno che spiega il nostro bisogno di acquistare cose che in realtà non ci servono. Il termine è stato coniato dall’antropologo Grant McCracken nel 1988. Di cosa stiamo parlando?

Il fenomeno è semplice. Sembra infatti che ogni nuovo acquisto ci porti ad acquistare cose nuove che possono andare bene con il nuovo arrivato. E’ come se comprare un paio di scarpe nuove ci porti a credere che tutti i nostri jeans non siano adatti al nuovo acquisto.

E quindi che si fa? Si compra nuovi jeans. Il nome lo si deve ad un testo del 1769 di Denis Diderot intitolato Rimpianti sopra la mia vecchia veste da camera. Nel suo racconto il filosofo raccontava di aver acquistato una nuova veste da camera.

Una volta indossata, si è reso conto che tutto nella sua camera da letto stonava con il suo nuovo acquisto. E così ha cambiato prima le lenzuola, poi il tappeto, poi i cuscini e alla fine ha rinnovato tutto il mobilio della sua camera.

Risultato? Il filosofo si è ritrovato schiavo della sua nuova veste. Un esempio che comunque ci fa capire bene il fenomeno oggi trattato. E a proposito di filosofia. Sapete che i regali a sorpresa sono benefici?