Avocado: un toccasana per il cuore

L’avocado è un valido aiuto per abbassare il colesterolo, ha una buona azione antitumorale e aiuta a mantenere in salute il cuore.

L’avocado è molto ricco  di proprietà nutrizionali, utili anche per un approccio preventivo all’invecchiamento.

L’avocado può essere considerato un frutto  singolare, a causa  dell’elevato contenuto  di acidi grassi monoinsaturi , che contribuiscono a diminuire i livelli di glicemia nel sangue e può proteggere anche da alcune patologie  oncologiche come il tumore della prostata e della mammella, oltre ad apportare significativi benefici al sistema cardiovascolare.

Tutte queste azioni sono potenziate  anche dall’alto contenuto di  di vitamina B6 e dall‘acido folico, che aiutano ad abbassare  i livelli di  omocisteina (un aminoacido che, se presente nell’organismo in livelli  in eccesso, può infiammare  i vasi sanguigni  e aumentare i rischi  di malattie  cardio e cerebrovascolari).

L’avocado è anche molto ricco di vitamina E, che è uno dei principali  antiossidanti. Questa vitamina  contrasta i danni provocati dai radicali liberi;  è, inoltre, ricco di beta-sitosterolo, una sostanza capace di ridurre il colesterolo.

avocado-620x413

La notevole presenza di polifenoli e flavonoidi rafforza le se proprietà  antiossidanti, e lo rendono anche  ottimo   per controllare la pressione arteriosa. Il suo elevato contenuto di luteina  (un carotenoide)  aiuta a proteggere i nostri occhi.

Anche se l’avocado possiede un elevato valore energetico, i nutrizionisti consigliano di inserirlo nella nostra alimentazione quotidiana perché questo frutto, se assunto nelle giuste dosi,  aiuta ad appagare  la sensazione di fame, a dare energia e a saziare.

Come scegliere un buon avocado.

L’unica accortezza da seguire quando decidiamo di acquistare un avocado  è di verificare il giusto grado di maturazione. Basta premere leggermente la superficie dell’avocado con un dito: il frutto deve cedere leggermente. Se si crea un solco significa che è troppo maturo.

L’avocado deve essere tagliato nel senso della lunghezza, girando intorno al nocciolo. Una volta diviso in due, la buccia può essere eliminata con un coltello.