Vitamine e sali minerali: quando occorre integrarli

Vitamine e sali minerali: il loro maggior consumo dopo un periodo di stress  o dopo aver consumato cibo “spazzatura” ci può aiutare a rimetterci in forma.

Ma i medici consigliano di non usare le vitamine e sali minerali  in modo  indiscriminato. È molto frequente l’abitudine all’acquisto  di integratori, prodotti multivitaminici, preparazioni contenenti oligoelementi  e aminoacidi senza una  precisa indicazione medica. Questa pratica è particolarmente diffusa fra i giovani,  negli sportivi e nelle donne, specie prima della menopausa.

È vero che le carenze nel nostro organismo vanno corrette, ma è  anche vero che nella letteratura emergono con sempre maggiore evidenza i possibili danni provocati dagli abusi  di questi prodotti se non davvero necessari.

vitamine (1)

Infatti, gli eccessi costringono l’organismo  ad un processo di  depurazione e detossicazione  che ottiene alla fine  l’effetto contrario del benessere che si ricerca.

Quindi, quando il consumo  di vitamine  e sali minerali  si accentua,  sarebbe consigliabile ricorrere  a un dosaggio ed ad una valutazione specifica  sia del deposito di tali sostanze nell’organismo,  sa dell’effettivo fabbisogno. Oggi, attraverso un semplice prelievo di sangue,  è possibile verificare con chiarezza se,  in un dato soggetto,  vi sia effettivamente il bisogno di integratori e, in caso di risposta positiva, quali siano  le sostanze da integrare.

Ma in caso contrario, se l’organismo possiede già  quello che gli occorre,  si dovrà evitare di sovraccaricarlo  con un dosaggio eccessivo,  o addirittura dannoso, di vitamine  e sali minerali.

Esiste poi un esame, chiamato Normovitmin,  che controlla i valori plasmatici  delle vitamine liposolubili (A, K, E, D), delle vitamine idrosolubili (B1, B2, B3, B6, B12, C), dei minerali (calcio, fosforo,  magnesio, potassio, sodio,  ferro, rame, zinco, fluoro) e degli aminoacidi essenziali  (triptofano, lisina,  leucina, valina, metionina, ecc). I risultati  dovranno poi essere sottoposti alla valutazione  di un nutrizionista che prescriverà  una corretta alimentazione ed eventuali integratori di supporto.