Pancia addio la dieta senza lievito

Pancia addio: la dieta senza lievito

Pancia addio? Se elimini il lievito spariranno la pancia gonfia e il mal di testa. Per fronteggiare gli errori nutrizionali di un’alimentazione eccessivamente ricca di  zuccheri e carboidrati, gli esperti consigliano una cura nutrizionale mirata. Si tratta infatti di una parte integrante del trattamento di diversi problemi e della loro prevenzione.

Una questione di accumulo

Lieviti e muffe si trovano in numerosi alimenti  di consumo quotidiano. Le persone più sensibili possono presentare i classici sintomi di un sovraccarico. Manifestano così gonfiori, cattiva digestione e non solo. Per evitare di superare la soglia di tolleranza, o per dire addio alla pancia, vale la pena considerare almeno qualche giorno di dieta senza lieviti. E soprattutto i tanti benefici di un piano nutrizionale messo a punto per contrastare la fermentazione dei cibi.

Attenzione a zuccheri e latticini

Un ambiente acido, ricco di zuccheri e amidi, è la principale causa della proliferazione dei lieviti, presenti naturalmente nell’organismo in uno stato inattivo e unicellulare. Si tratta delle spore che, nutrendosi di zuccheri, si moltiplicano rapidamente fino a colonizzare le mucose di stomaco e intestino.

Pancia addio: lo yogurt, amico e nemico

In caso di intolleranza ai lieviti sarebbe meglio eliminare dalla dieta anche lo yogurt, perché è un prodotto fermentato. Allo stesso tempo è ricco di batteri buoni, utili oltre che per poter dire addio alla pancia, anche per contrastare candida e disbiosi. Per questo lo si può consumare qualche volta alla settimana,  scegliendo quello bianco naturale, senza zuccheri aggiunti.

I lieviti: come agiscono nell’organismo

Una volta ingeriti, i lieviti producono purine, sostanze che possono danneggiare l’equilibrio dell’organismo. Inoltre, un sovraccarico  produce fermentazione e gas. Un fattore che riduce  l’assorbimento dei nutrienti,  causando gonfiore e cattiva digestione. Inoltre, sono un nutrimento per i funghi,  come la candida, responsabili di infezioni alle mucose di bocca, stomaco e intestino.

Pancia addio: ci vuole una dieta di esclusione

Varia, bilanciata e altamente digeribile, la dieta contro la pancia non prevede alimenti contenenti lieviti, zuccheri e farine. Tra i prodotti esclusi anche i cibi  ottenuti tramite fermentazione  o che potrebbero fermentare durante il processo digestivo. Perciò, la frutta fresca viene introdotta  lontano dai pasti o proposta sotto forma di succhi o centrifugati.

Per la stessa ragione, vengono eliminati latte e derivati. Tutti  tranne lo yogurt bianco senza zuccheri, che va consumato con moderazione.

Si può fare fino a 6 settimane. Il piano nutrizionale privilegia un’alimentazione alcalinizzante. Aumenta quindi la quantità di frutta e verdura. Inoltre, elimina legumi, formaggi e carboidrati ad alto indice glicemico. Per prevenire un sovraccarico, può essere sufficiente una sola settimana di dieta senza lieviti. E a proposito di benessere e alimentazione, ecco le 10 regole per seguire al meglio la dieta mediterranea.