Abbronzatura super: mangia molte carote

Come prepararsi a ricevere i benefici del sole  estivo senza provocare danni al nostro organismo? Naturalmente al primo posto ci sono le creme abbronzanti con i loro vari gradi di protezione, da scegliere a seconda del tipo di pelle. Un altro valido aiuto può però venire anche dall’alimentazione: tra i cibi da prediligere c’è sicuramente la carota.

La carota è un efficace abbronzante perché è ricca in betacarotene, un elemento antiossidante che quando arriva all’intestino diventa vitamina A, e, allo stesso tempo, stimola la melanina -sostanza che dà il tipico colore ambrato  alla pelle quando ci abbronziamo – e la protegge dai raggi ultravioletti.

images.jpeg


Ma i benefici delle carote non si limitano solo al betacarotene: contengono infatti importanti quantità di vitamina C ed E, di sali minerali, di fibre e liquidi, essenziali soprattutto in questa stagione poiché mantengono l’efficienza dell’organismo non solo reintegrando i sali persi con il sudore ma agevolando  la funzione intestinale e limitando i danni dei radicali liberi dovuti all’esposizione al sole.

Ma qual è il modo migliore per gustarle e beneficiare in pieno delle loro importanti proprietà? Non basta mangiarle così come sono, magari condite in pinzimonio o aggiunte ad una insalata. Il modo migliore sembra essere quello di lessarle e non privarle della buccia, condita con poco olio extravergine di oliva, per facilitare l’assorbimento della vitamina A.

Per spezzare la monotonia, gustate la carota cotta ma anche sotto forma di centrifugato, ottima se combinata con la mela e l’arancia. E poi, via libera al consumo di altra frutta e verdura non solo arancione, come la zucca e il melone ma anche il pomodoro e l’anguria, essenziali per reidratare l’organismo.