Mani curate: ecco come fare

Mani: rivelano più delle rughe del viso la nostra età.

Impariamo a curare le nostre mani e a non limitarci all’uso della semplice crema.

Se le mani sono ruvide e secche

La mancanza di lipidi sul dorso delle mani aumenta con il passare dell’età e con i gesti che le danneggiano, come ad esempio l’esposizione ai raggi solari, o i lavaggi con saponi non adatti. Per ridare morbidezza alle mani si deve  eseguire  una volta la settimana un trattamento riparatore.

Inizia applicando una crema esfoliante  per eliminare cellule e riattivare la circolazione. Bisogna massaggiare  dolcemente sul dorso e fra le dita, insistendo sopra le nocche e intorno alle unghie. Si sciacqua e si asciuga bene: bisogna fare attenzione, perché se le mani rimangono umide tendono a disidratarsi.

Dopo l’esfoliazione  si deve stendere una maschera idratante  e indossare dei guanti di cotone, meglio se sono tiepidi (basta riscardarli qualche secondo nel forno a microonde o lasciarli sul calorifero in inverno). Dopo dieci minuti si sciacqua la maschera. Infine, si mette la crema  per le mani effettuando un massaggio  prolungato affinché venga completamente assorbita.

Se le mani sudano eccessivamente

L’iperidrosi (sudore eccessivo) è molto fastidiosa: si può controllare se 2-3 volte a settimana  applicando sul palmo delle mani e tra le dita una crema deodorante antitraspirante  per frenare la produzione di sudore. Si applica preferibilmente la sera prima di dormire.

Contro le macchie dell’età

Le macchie dell’età, fortemente antiestetiche,  si formano a causa dell’irregolare distribuzione di melanina  sul dorso delle mani sia a causa dell’età sia a causa delle prolungate esposizioni  al sole che si compiono durante la vita, senza una protezione adeguata.

Per coloro che desiderano schiarire le macchie esistenti o evitare che ne appaiano di nuove esistono in commercio  dei fotoprotettori depigmentanti che difendono le mani dal sole (hanno un fattore di protezione 50) e che contengono nella loro formulazione  principi attivi vegetali che cancellano le macchie. Se sono numerose o molto scure, occorre rivolgersi al medico.

La manicure da fare a casa

Per ottenere una manicure professionale, ma da fare a casa, non occorrono  molti strumenti. Non c’è bisogno di avere una arsenale  di prodotti e strumenti. Ne bastano solo quattro.

mani

Il solvente per le unghie senza acetone. Da utilizzare se si usa lo smalto. Prima di regolarle, è importante rimuoverlo completamente.

L’olio per cuticole. Si applica ogni notte, dopo la crema per le mani: saranno perfette e  non si dovranno ritoccare  quando si effettua la manicure.

La lima a quattro facce. Ogni lato ha un numero impresso  che indica  l’ordine  in cui si deve usare. La faccia più ruvida  lima le striature,  la seconda liscia l’unghia,  la terza lucida la superficie e la quarta dà forma all’unghia.

La base per lo smalto e il top-coat (lo smalto trasparente che si applica  sopra lo smalto per fissare e dare brillantezza) che allungano la durata della manicure.

Le ultime novità per le unghie

Sono smalti formulati con ingredienti meno aggressivi  e trattamenti molto resistenti. Se hai la pelle e gli occhi sensibili usali se, quando  ti metti sulle unghie  uno smalto “normale”, noti che  si verifica un arrossamento intorno all’unghia o su collo, mento e palpebre. Sono smalti che non contengono  ingredienti sensibilizzanti per la pelle e sono stati anche sottoposti a test dermatologici.

Chi vuole che la manicure resti perfetta per almeno 15 giorni deve recarsi in un centro di manicure  e provare gli smalti gel tipo shellac che non si scollano e  sono molto luminosi. Si eliminano ricoprendo  le unghie per 10 minuti  con un bendaggio imbevuto  in acetone puro; i residui  si eliminano con un bastoncino di legno d’arancio.