Forfora: grassa o secca, come sconfiggerla

La forfora, l’infiammazione del cuoio capelluto, può avere effetti sgradevoli. Ecco qualche consiglio su come liberarsene definitivamente.

La forfora grassa: pulizia profonda e  prodotti antimicotici.

Se la forfora è grassa, con squamette giallognole, untuose e piuttosto grosse, con prurito e piccole chiazze  rossastre sul cuoio capelluto, lungo l’attaccatura dei capelli e, a volte, ai lati del naso, può essere dermatite seborroica.

È scatenata da stress, clima umido,  alimentazione ricca di grassi saturi e povera di Omega 3, disordini gastrici. Se il problema è lieve, spesso basta utilizzare shampoo con principi attivi astringenti e dermopurificanti, come catrame minerale o vegetale, biotina, limone, rosmarino, betulla.

Se, invece, la dermatite è di media entità, è meglio preferire lozioni e shampoo con sostanze  esfolianti, come alga silimarina,  acido salicilico e alfaidrossiacidi.

capelli

Se il problema è accentuato, su prescrizione del dermatologo si devono usare  shampoo medicati a base  di cortisolo,  derivati antimicotici,  soluzioni galeniche con combinazioni  di principi attivi (ketoconazolo, zinco piritione, acido salicilico, cortisone, derivati dello zolfo).

La forfora secca: forse dipende da trattamenti troppo aggressivi.

Se la forfora è a scaglie grigiastre e farinose, si deve usare  uno shampoo specifico delicato,  meglio se in olio,  da applicare con lievi massaggi  con il palmo elle mani, per non aggredire il film idrolipidico che protegge il cuoio capelluto.

Prima del lavaggio  si deve effettuare  un impacco ristrutturante di olio di lino  o di olio essenziale di salvia, pianta ricca di tujoni,  colina e borneolo.  Se ne devono applicare alcune gocce  sui capelli asciutti e lasciare in posa per 15 minuti, con la testa avvolta in un asciugamano caldo.

Contro la forfora un aiuto viene anche dalla dieta.

L’alimentazione equilibrata e completa è fondamentale per  combattere e prevenire  la forfora, sia secca che grassa.

Gli step base: limitare gli zuccheri semplici, la caffeina e gli alcolici. No anche ai condimenti eccessivi e ai grassi saturi (formaggi, salumi, panna, burro), che contribuiscono a irritare  i follicoli dei capelli.

Si devono sostituire  con 2-3 porzioni di pesce ricco di acidi grassi Omega 3, come sardine, aringhe e salmone, che proteggono  le membrane delle cellule.

Se la forfora è grassa, è l’utile l’assunzione di integratori con acido lipoico,  antiossidante che normalizza la secrezione sebacea.