Relazione emotivamente abusiva come riconoscerla

Relazione emotivamente abusiva: come riconoscerla

Parliamo della relazione emotivamente abusiva: sapete davvero come riconoscerla? Oggi vi indichiamo alcuni campanelli d’allarme che dovrebbero far scattare in voi qualche domanda. Non succede di rado, infatti, che le persone si ritrovino all’interno di rapporti non propriamente sani.

Solitamente però, purtroppo, è sempre difficile rendersene conto. L’amore ci rende ciechi e questa non è sicuramente una novità per nessuno di voi. Ecco quindi quali sono i 5 campanelli d’allarme che dovrebbero far capire che vi trovate all’interno di una relazione emotivamente abusiva.

Relazione emotivamente abusiva: i 5 campanelli d’allarme

Attenzione innanzitutto agli atteggiamenti ostili. Quando all’interno di una coppia le discussioni si risolvono con la violenza (che può essere anche verbale, non necessariamente grave come quella fisica), allora c’è qualcosa che non va.

Una relazione d’amore degna di questo nome, infatti, ha tra gli ingredienti fondamentali la comunicazione. Laddove non c’è comunicazione c’è atteggiamento ostile. E laddove c’è atteggiamento ostile, molto probabilmente c’è una relazione tossica.

Allo stesso modo, fate attenzione anche alla cosiddetta proiezione della rabbia. Quando si è troppo spesso arrabbiati, allora c’è sempre qualcosa che non va. La rabbia può essere causata da mille motivi, ma è sempre sbagliato riversarla nel nostro rapporto d’amore.

Come detto prima, attenzione anche alla mancanza di comunicazione. Parliamo di un arte molto difficile da apprendere e da mettere in pratica, ma che non può mai venir meno all’interno di una relazione.

Ognuno di noi deve sempre sentirsi libero di poter parlare con il proprio partner di ciò che sente e ciò che pensa. Quando c’è silenzio, non è mai una bella situazione. Se non vi sentite in grado di parlare con il vostro partner, allora forse c’è qualcosa che non va.

Ma non è finita qui. Un altro dei campanelli d’allarme che dovrebbe farvi riflettere è la presenza del senso di colpa. Quando una relazione si basa su un senso di colpa, allora molto probabilmente siamo di fronte ad una manipolazione.

Il senso di colpa, è infatti l’arma preferita dei manipolatori. Far leva sul dispiacere di qualcuno per ottenere ciò che vogliono. No, il senso di colpa non dovrebbe esistere all’interno di una relazione d’amore.

In ultimo, ovviamente, fate attenzione anche al controllo. Una relazione che si rispetti deve sempre avere alla base una buona dose di fiducia. Dove non c’è fiducia c’è controllo e dove c’è controllo non c’è rispetto. E a proposito di amore, ecco quali sono i benefici dei baci e perché fanno così bene alla nostra salute.