Tag Archives: tisane

Tisane: istruzioni per l’uso

Tisane: possono apportare una serie di benefici utili per la nostra salute.

Le erbe: vanno scelte con cura

Infusi e tisane possono essere preparati  con l’impiego di fiori e piante spesso utilizzati in fitoterapia.

Questa modalità di consumo  è particolarmente indicata  per i mesi freddi, ma è ottima anche durante l’estate, lasciando raffreddare le tisane prima di consumarle.

Come si preparano

Preparare le tisane e gli infusi è molto semplice. Basta procurarsi gli estratti secchi delle piante in erboristeria e poi metterli in infusione. In genere si consiglia di versare  un cucchiaino di estratto secco  di erba (o più erbe insieme) in una tazza di acqua bollente. Dopo  circa 10 minuti si filtra e si beve.

L’ideale è bere  due-tre tazze al giorno, fino a quando ci si sente meglio. Questo  rito è anche un modo di prendersi  una piccola pausa di benessere e relax.

In commercio si trovano anche composti per tisane già pronti: in questo caso bisogna  assicurarsi che contengano  l’erba che si desidera utilizzare ad alte concentrazioni.

Spirea ulmaria

Per migliorare  i sintomi dolorosi e favorire il movimento, si può ricorrere alla Spirea ulmaria, una pianta che contiene derivati  dell’acido salicilico, principio  attivo dotato di attività antireumatica, antidolorifica e antinfiammatoria. Quest’erba,  dunque, aiuta a sciogliere le rigidità muscolari, combatte spasmi e contratture e risolve  i dolori  a muscoli,  tendini e nervi.

È ricca anche di vitamina C, una sostanza molto utile nel periodo invernale perché rafforza  le difese immunitarie,  proteggendo da virus e germi.

Tussilago farfara

La Tussilago farfara è il rimedio fitoterapico d’eccellenza contro la tosse, qualsiasi tipo: infatti,  è dotata  sia di attività  antitussigena sia di attività espettorante, per cui facilita l’espulsione  dei corpi estranei e anche del catarro  in eccesso se presente. Per potenziarne i benefici,   potrebbe essere utile abbinarla (mettendo mezzo cucchiaio di ciascuna erba in una tazza di acqua) alla malva,  lenitiva e antinfiammatoria, quando la tosse è secca, e alla Plantago Ianceolata espettorante, sedativa e antisettica, quando è grassa.

tisane

Ashwagandha: per recuperare le energie

L’Ashwagandha, il ginseng indiano,  aumenta la resistenza dell’organismo  ai diversi tipi di stress, contrastandone gli effetti negativi,  senza agitare.

Si tratta di una delle pochissime piante   capaci di tonificare e, al tempo stesso., favorire il rilassamento. Per questa ragione è indicata alle persone di natura nervosa e irrequieta e a quelle che stanno attraversando  un periodo di forte nervosismo e tensione: le aiuta ad avere più energia,  memoria e attenzione,  a contrastare l’ansia e a combattere la stanchezza,  senza sovrastimolarle e aumentarne l’irritabilità.

È perfetta anche per chi  soffre di insonnia.

Tisane: 3 cose da sapere

Le tisane andrebbero bevute amare, per evitare  dosi extra di zucchero. Se non si tollera il gusto, meglio dolcificarle  con poco miele che ha molte proprietà benefiche,  come potenziare l’energia e le difese immunitarie.

È molto importante bere: si favorisce l’idratazione delle mucose  respiratorie,  che tendono spesso a seccarsi, sia in inverno che in estate,  diventando meno efficienti  nella lotta agli agenti nocivi.

Volendo, si possono abbinare  erbe diverse,  consumandole associate  in uno stesso infuso (piccole quantità  di ognuna fino a riempire  un cucchiaino) o separate in momenti  diversi della giornata.

 

I rimedi per pancia piatta e fianchi snelli

Per ritrovare tono e un corpo tonico e snello, dicendo addio ai cuscinetti localizzati  sul ventre e sui fianchi servono le creme adatte e gli addominali, oltre a qualche piccola attenzione a tavola. I cosmetici, per essere efficaci, vanno usati … Per saperne di più Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...