Tag Archives: polifenoli

Il cioccolato: ecco come sceglierlo al meglio

È una tentazione energetica, non c’è alcun dubbio. Ma quelle contenute nel cioccolato non sono calorie “vuote”: infatti è ricco di ferro, potassio, magnesio e apporta anche diverse fibre e proteine. Senza dimenticare il suo elevato apporto di antiossidanti: i ricercatori della Johns Hopkins University e della Bloomberg school of public  Health hanno scoperto che  il cioccolato possiede  un potere anti-trombotico simile a quello dell’aspirina e che consumare cioccolato in gravidanza, almeno cinque volte  alla settimana, riduce notevolmente il rischio di pre-eclampsia (un disturbo potenzialmente grave per il feto).

Attenzione però: per il cioccolato vale sempre la regola del “poco ma buono”. Ecco come riconoscere il migliore.

Cioccolato fondente al 50%  Cal 511 circ.a Pasta di cacao, burro di cacao e zucchero: sono tre ingredienti che, a seconda delle proporzioni in cui si usano, danno origine ad un’ampia  gamma di fondenti. Quello al 50% non è molto amaro ed è mediamente meno calorico del cioccolato al latte. Quando è di buona qualità ha la superficie lucida e si deve rompere con un taglio netto.

Cioccolato fondente all’85% Cal 597 circa Aumentando la quantità di cacao, il fondente prende un colore più scuro  e un profumo più intenso che diventa amaro  quando si scioglie in bocca. In questo modo aumenta però anche la quantità di grassi e il conto delle calorie. In compenso migliora il contenuto di polifenoli, che regalano preziose proprietà antiossidanti.

Cioccolato ripieno all’arancia Cal 544 circa Tra i cioccolati ripieni, quello all’arancia è sicuramente uno dei più apprezzati e gradevoli. L’aroma dell’agrume e la sua leggera acidità si armonizzano bene con il cioccolato, soprattutto quello al latte. Il ripieno non influenza troppo il valore nutritivo nel suo complesso: diminuiscono un po’ i grassi, ma aumentano leggermente gli zuccheri.

cioccolato

Cioccolato bianco Cal 545 circa È privo di polvere di cacao  e fabbricato con zucchero,  burro di cacao e latte. Il cioccolato bianco deve avere un bel colore avorio lucido e possedere un profumo intenso e ricco, con note di latte,vaniglia, burro e biscotto. le calorie? Sono più o meno quelle del cioccolato al latte.

Cioccolato fondente nocciolato Cal 549 circa L’aggiunta delle nocciole tostate arricchisce il cioccolato fondente di acidi grassi polinsaturi molto utili  e che non innalzano in modo significativo le calorie. Nel prodotto di qualità le nocciole devono armonizzarsi  perfettamente con la consistenza e l’aroma del cioccolato, per questo devono essere croccantissime  e molto fresche, per non dare nemmeno la minima sfumatura di rancido.

Cioccolato al latte Cal 552 circa L’aggiunta di latte rende il cioccolato meno croccante del fondente, ma anche quello al latte si deve comunque sciogliere rapidamente in bocca. Il sapore è dolce e cremoso, con possibili fragranze di zucchero scuro, vaniglia, miele e malto. Le calorie sono un po’ più alte rispetto  al fondente più leggero, ma cresce anche il contenuto di calcio.

L’olio di cactus è più efficace di quello di Argan

L’olio di cactus, come comunemente viene chiamato l’olio di fico d’India, è già stato soprannominato il nuovo Argan, il protagonista della cosmetica degli ultimi anni. La caratteristica comune dei due oli è la provenienza mediterranea e l’aspirante ruolo di elisir … Per saperne di più Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...