Tag Archives: ginko biloba

Piante medicinali: sì, ma non sempre

Piante medicinali: la loro origine naturale non sempre le rende innocue.

Al contrario, i principi attivi  concentrati  e con azioni specifiche contenuti nelle piante medicinali possono avere spiacevoli effetti collaterali.

Ecco quali sono.

Aloe: attenzione allo stomaco

Le piante medicinali come l’Aloe sono originarie  dell’America centrale dell’Africa, ma crescono spontanee anche nel bacino del Mediterraneo. Queste piante medicinali  possiedono numerose virtù: sono disintossicanti, depurative,  lassative e cicatrizzanti.

Attenzione a…

In chi è predisposto può scatenare  dermatiti, disturbi di stomaco e intestino, come mal di pancia e diarrea, e aritmie.

Il ginseng coreano: può dare insonnia

Le piante medicinali come il ginseng sono sono originarie della Corea e della Cina sono appartenenti  alla famiglia delle Aaliaceae, delle quali si  utilizza la radice. Il ginseng migliora la sopportazione  allo sforzo fisico, diminuendo la produzione di acido lattico e piruvico, che tendono ad  accumularsi nei muscoli provocando crampi; riduce il livello di tossine nel sangue, aumenta la funzionalità respiratoria.

Attenzione a…

Piante medicinali come il ginseng possono dare insonnia e nervosismo ed essere causa di tremori, cefalea, prurito, emorragie. Possono innalzare la pressione sanguigna, quindi devono essere impiegate  con attenzione nelle  persone ipertese. Interferiscono con gli anticoagulanti, aumentando il rischio di emorragie.

piante medicinali

L’iperico: non con tutti i farmaci

Chiamata anche erba di S. Giovanni, è molto  comune nelle nostre campagne, dove fiorisce sempre nel mese di giugno. L’iperico è apprezzato soprattutto per le sue proprietà antidepressive: per questo è utilizzato  per curare le depressioni di lieve entità e gli attacchi di panico.

Attenzione a…

Può essere responsabile di fotodermatiti. Potenzia gli effetti degli antidepressivi,  determinando la comparsa  della sindrome  serotoninergica (agitazione, confusione,  sbalzi di pressione, tachicardia,  brividi).

Inoltre causa una riduzione  dell’efficacia di: teofillina, anticoagulanti orali, digitale, ecc…

Ginko biloba: si rischiano emorragie

Il ginko biloba fa parte delle piante medicinali che sono originarie della Cina. Il ginko biloba  protegge i capillari e  migliora la circolazione. Per questo, è molto utilizzato  anche in cosmetica per il trattamento  delle gambe gonfie  e della cellulite.

Attenzione a…

Si può associare dermatite, cefalea, vomito, diarrea, emorragie. Può potenziare l’effetto dei farmaci anticoagulanti e antiaggreganti piastrinici, aumentando il rischio di emorragie.

Il salice: no se si soffre di asma

È una pianta che cresce preferibilmente  in luoghi umidi,  per esempio lungo i fiumi,  ai bordi di stagni e laghi. È apprezzata soprattutto  per le sue proprietà antinfiammatorie, utili in  in presenza di  reumatismi,  dolori muscolari e articolari.

Attenzione a …

Può provocare allergie cutanee,  nausea,  mal di stomaco e  fluidificazione del sangue. Non può essere usato  in chi soffre di asma,  ulcera, gastrite,  disturbi della coagulazione e allergia all’acido acetilsalicidico.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...