Tag Archives: emorroidi

Emorroidi: una malattia di cui si parla poco

Molte persone soffrono di emorroidi, ma, per pudore, si parla poco di questo disturbo così doloroso.

Le emorroidi sono la malattia più comune del tratto inferiore  dell’apparato gastrointestinale. Tanti, però, sopportano in silenzio, ignorando  il fatto che oggi curare le emorroidi  in maniera soddisfacente è possibile.

Come si manifestano.

Le emorroidi non sempre causano fastidi, soprattutto all’inizio, e possono alternare fasi di remissione  a fasi acute. Quando compaiono, provocano sintomi caratteristici come:

Perdita di sangue;

senso di pesantezza locale;

dolore, che spesso è di tipo pulsante;

secrezioni acquose o ricche di muco, che provocano un senso di umidità e sporcano la biancheria intima.

Le persone che soffrono di emorroidi spesso fanno finta di nulla. Innanzitutto perché si vergognano e provano imbarazzo a parlarne con il medico: in secondo luogo perché credono si tratti di un problema temporaneo, destinato a  risolversi spontaneamente. In effetti, all’inizio può sembrare così. in realtà, se non si interviene la malattia emorroidaria va avanti, peggiorando sempre di più.

come-alleviare-il-dolore-delle-emorroidi_f1ab011ab95e1cc5636de2a55026c69b

 

Trattare le emorroidi, dunque, è doppiamente importante: da un lato per eliminare i fastidi e migliorare la qualità della vita e, dall’altro,  per evitare che la situazione peggiori.

Chi è più a rischio.

Le emorroidi sono  il risultato di un insieme di fattori. In genere c’è una predisposizione di base, che si combina con altri elementi. Il problema è più comune nelle persone:

sovrappeso o obese, con uno stile di vita sedentario, con un’alimentazione sregolata e povera di fibre, che soffrono di stipsi, in gravidanza, che usano molti antibiotici e lassativi, che hanno altri disturbi come intestino irritato, pancia gonfia, colite, alterazioni della flora batterica.

L’operazione tradizionale: è solo per pochi.

Questo tipo di intervento prevede l’incisione e l’asportazione delle emorroidi tramite bisturi, pinze e forbici. Si tratta di una tecnica invasiva. Per quanto si cerchi di rispettare  il più possibile la fisiologia della zona, è inevitabile che rimangano  ferite aperte o cicatrici. Per alcune settimane, quindi,  l’area è molto sensibile. Ecco perché, oggi, l’intervento  classico è riservato solo a pochissimi casi selezionati.

 

Le emorroidi: una patologia antica, dovuta allo stile di vita

Per molte persone è difficile parlare di un problema così delicato, per timidezza o anche per vergogna. Eppure circa il 50% della popolazione del nostro Paese nel corso della vita ha presentato qualche piccolo disturbo alle emoirroidi. Se parliamo invece … Per saperne di più Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...