Tag Archives: dolori mestruali

Endometriosi: non solo bisturi

Endometriosi: è un problema dell’utero il cui tessuto interno cresce fuori sede.

L’endometriosi si manifesta con sintomi  molto fastidiosi. Nei casi più seri  la chirurgia resta l’unica soluzione, ma ora la medicina offre valide alternative.

L’endometriosi è una malattia infiammatoria  cronica dell’età riproduttiva. Il suo nome fa riferimento  al tessuto endometriale: la mucosa che ricopre  la superficie interna  dell’utero e che  si sfalda ad ogni mestruazione. È possibile che tale tessuto,  refluito attraverso le tube durante la mestruazione, si vada a impiantare a livello  delle ovaie,  dell’intestino della vescica o delle strutture adiacenti a questi organi.

La pillola

La pillola anticoncezionale è il metodo più utilizzato per affrontare l’endometriosi, perché inibisce  gli ormoni che inducono l’ovulazione, rallentando la malattia  e il sanguinamento mestruale. Inoltre attenua sintomi come la dismenorrea (ciclo mestruale molto doloroso), il malessere premestruale.

Esistono cure per l’endometriosi  a base di soli progestinici, utili se l’endometriosi è lieve-moderata e in presenza di controindicazioni alla pillola; non alterano la normale funzionalità ovarica.

endometriosi

Gli antinfiammatori

Il tessuto endometriale migrato fuori dalla sua sede naturale verso gli altri organi (per esempio l’intestino, le ovaie o la vescica) subisce gli stessi influssi  ormonali del tessuto  che riveste la cavità dell’utero: perciò, ciclicamente prolifera, si sfalda  e sanguina,  come una reale micro-mestruazione.

Queste perdite di sangue però non hanno una naturale via d’uscita e perciò diventano causa di forte irritazione  e reazioni infiammatorie.

Per contrastare questo effetto,  si possono prendere antinfiammatori e antidolorifici.

Ma gli antifiammatori non curano l’endometriosi. Inoltre queste molecole vanno prese sempre a stomaco pieno, per non danneggiare le mucose gastriche.

La terapia ormonale

È una cura efficace per combattere l‘endometriosi: i farmaci più utilizzati sono gli analoghi del  GnRH. Il loro meccanismo d’azione determina una menopausa farmacologica. Tra i sintomi propri della menopausa c’è anche la fragilità  ossea che porta all’osteoporosi. Per limitare gli effetti collaterali,  quindi, si  usano  per un breve periodo (alcuni mesi). Si stanno studiando altri farmaci ormonali, ma non si sono ancora ottenuti i risultati sperati e pillola o progesterone  rimangono quelli di prima scelta.

Endometriosi: scopriamo cos’è

L’endometriosi è una patologia che provoca forti dolori mestruali e può portare gravi problemi di fertilità. È una malattia molto diffusa: in Europa soffrono di endometriosi  oltre 14 milioni di donne. Si tratta di una patologia cronica, che peggiora con … Per saperne di più Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...