Tag Archives: curare la vitiligine

Vitiligine: sotto la lampada per guarire

La vitiligine può colpire chiunque,  senza distinzioni di razza ed età, anche se l’incidenza maggiore si ha intorno  ai 10- 15 anni, accrescendo ancor di più  il senso di vergogna  e ineguatezza in un’età  in cui la pelle abbronzata è sinonimo di bellezza.

Oggi esistono molte strade per affrontare  l’aspetto estetico  di questo disturbo, a partire da cure farmacologiche  mirate fino ad arrivare  a particolari lampade  a raggi ultravioletti  che sono in grado  di riportare la pelle  al suo colore naturale.

Attualmente i dermatologi distinguono  la vitiligine in due  principali tipologie: bilaterale  e segmentale (o asimmetrica). Queste forme possono avere  cartteristiche  anche molto differenti  tra loro  per ciò che riguarda la  distribuzione delle chiazze, il decorso della malattia  e la sua cura.

La prima cosa da fare è rivolgersi a un buon dermatologo: l’esperto infatti deve valutare lo stato di salute della pelle  anche facendo uso di particolari  strumenti come la lampada  di Wood (una speciale luce  che rende  fluorescenti  le aree coplite  da vitiligine), dopodiché è importante  che si effettuino fotografie  per valutare il decorso  del problema con il tempo.

Nel caso in cui la  malattia  sia in fase di progressione si utilizzano  terapie per “calmare” il sistema immunitario. Per esempio cortisonici o immunomodulatori, ma anche vitamine  e fermenti lattici  per riequilibrare  le difese naturali.

Una volta arrestata la progressione, si procede con le fototerapie. Per risolvere il problema della vitiligine oggi è disponibile  un nuovo tipo di lamapada a raggi Uvb, che utilizza un fascio di luce fredda, indirizzata con estrema precisione  sulle colpite dalla malattia, capace di differenziare  l’intensità della luce nelle diverse aree del corpo interessate, senza effetti collaterali.

pelle-306x172.jpg


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...