Alitosi: come risolvere un fastidioso problema

L’alitosi è un problema molto comune, legato ad una serie di diversi fattori. Nella maggior parte dei casi dipende  dalla formazione di placca batterica. Per questo, alle persone  che soffrono di alito cattivo è sempre consigliata una pulizia dentale  professionale.

Anche la digestione lenta  e l’alterazione della flora batterica  intestinale sono spesso causa di alito cattivo. Ecco perché può risultare utile una cura con fermenti lattici. È importante, poi, l’alimentazione: l’ideale è consumare molta frutta e verdure  fresche e limitare  i formaggi fermentati  e i prodotti da forno,  che producono fermentazione e  minano l’equilibrio dei batteri intestinali.

In tutti i casi si può ricorrere a qualche rimedio verde.

alitosi

 

Con la fitoterapia

Sono indicate tutte le erbe che migliorano la digestione: tarassaco, carciofo, cardo mariano, anice, cumino, finocchio.

Come rimedi di emergenza, da usare nel momento del bisogno, sono indicati le bacche di ginepro, i semi di finocchio e di anice, i chiodi di garofano, le foglie di salvia: masticarli, senza poi ingerirli, per qualche minuto rinfresca l’alito.

I semi di cardamomo, oltre a profumare l’alito, migliorano la digestione: per questo sono indicati  a chi presenta difficoltà in questo senso. Anche la menta ha un ottimo effetto rinfrescante.

Con l’aromaterapia

Sono indicati gli oli essenziali di menta piperita, anice o finocchio, che rinfrescano l’alito  e stimolano la digestione: se ne può mettere una goccia direttamente sulla lingua al bisogno.

Utile anche il limone,un frutto dall’azione antibatterica e antisettica: mettere quattro gocce di olio essenziale  in una tazza di acqua calda, far raffreddare e usare  per fare gargarismi  tre volte al giorno, per qualche giorno.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...