Le molte proprietà benefiche della lavanda

Le proprietà benefiche della lavanda sono note già dall’antichità.

La regione francese della Provenza ne ha fatto il suo vanto con i campi che all’inizio dell’estate diventano una bellissima tavolozza tra il viola e il blu. Il profumo è irresistibile e la vista è unica.

I fiori di lavanda venivano già usati dagli antichi: i Romani, che ne avevano già individuate le infinite proprietà terapeutiche, li adoperavano per la sala da bagno.

Oggi è possibile coltivare la lavanda  anche nei nostri balconi: sono sufficienti dei vasi molto grandi e tanto sole.

lavanda

 

Il periodo migliore per raccogliere i suoi fiori è la fine dell’estate: una volta raccolti vanno messi ad essiccare all’ombra e conservati in vasi di vetro scuro.

Messi dentro a dei sacchetti di lino o cotone posso profumare gli armadi per anni.

È raccomandata nei casi di nervosismo, nell’ipertensione e in tutti casi di malattie psicosomatiche. È particolarmente indicata per i bambini iperattivi o che dormono male: basta mettere alcune gocce di essenza di lavanda sul cuscino del letto o su un fazzoletto posto vicino al viso del bambino.

I fiori  essiccati sono perfetti anche per preparare delle tisane, ottime per le capacità calmanti, cicatrizzanti e diuretiche. Prepararle è molto semplice.

È sufficiente mettere in infusione per dieci minuti un cucchiaio di fiori secchi in una tazza di acqua bollente.

Si può anche preparare un’acqua di lavanda, che è molto utile in estate per prevenire le punture di zanzare. Bastano 30 grammi di fiori secchi  messi a macerare in alcool a 32°.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...