Tiroide: interventi senza bisturi

Tiroide: i nuovi interventi sono veloci,  poco dolorosi ed efficaci, ma non vanno bene in tutti i casi.

Ecco che cosa c’è da sapere.

La tiroide è una ghiandola  a forma di farfalla situata  alla base del collo,  che produce due ormoni fondamentali  per il benessere dell’organismo: la triiodotironina o T3 e la tiroxina o T4.

Questi ormoni regolano il metabolismo, ossia l’insieme di reazioni biochimiche  che servono a “far funzionare” al meglio l’organismo.

La produzione di T3 e T4 viene a sua volta  regolata dall’ipofisi, un’altra ghiandola, che si trova alla base del cervello.

L’ipofisi libera l’ormone Tsh, che stimola la tiroide a produrre T3 e T4 quando necessario.

Si opera se ci sono disturbi

I noduli benigni, nella maggior parte dei casi,  non richiedono cure e devono solo essere  seguiti nel tempo attraverso  ecografie di controllo. Leggi anche I noduli alla tiroide: quando funziona troppo

In alcuni casi quando i noduli lavorano troppo e causano ipertiroidismo, può essere necessario prendere alcuni farmaci che rallentano l’attività della tiroide.

Dimensioni eccessive possono dare il gozzo

tiroide

I noduli alla tiroide possono causare  alterazioni nel corretto funzionamento della ghiandola e dare origine a fastidiosi disturbi. Alcuni tipi, per esempio, possono dare  ipertiroidismo, cioè una eccessiva attività della tiroide, che può essere individuata  attraverso un esame del sangue per valutare la concentrazione degli ormoni  T3 e T4 liberi e del Tsh.

Leggi anche Tiroide: se hai questi sintomi misura il il TSH

Gli esami per capire cosa fare

Per capire se si ha a che fare con un nodulo tiroideo o con semplici cisti, basta un’ecografia, che consente al medico di distinguere nettamente tra le due formazioni.

Le nuove tecniche

Ultimamente gli interventi chirurgici per asportare  i noduli o le cisti alla tiroide sono diventati sempre meno invasivi. Negli ultimi tempi sono state messe a punto  metodiche che non prevedono incisioni,  anestesia generale, né giorni di ricovero.

Si tratta dell’alcolizzazione percutanea, da utilizzare in caso di cisti alla tiroide, e della termoablazione laser per i  noduli solidi benigni.-

Queste procedure vengono utilizzate  quando cisti e noduli causano  disturbi locali (come problemi di deglutizione e di respiro).

Ti potrebbe anche interessare Se la tiroide va in tilt

La chirurgia  rimane però d’obbligo quando i noduli o le cisti  sono molto diffusi o molto voluminosi, nel caso in cui la tiroide lavori troppo (ipertiroidismo da noduli caldi) e nel sospetto di malignità dei noduli.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...