Cronodieta: dimagrisci facilmente

Cronodieta:  ha bisogno di un solo e semplice accorgimento. Si devono scegliere i piatti  in base all’ora,  senza troppe attenzioni alle porzioni.

Il metabolismo è una delle funzioni che più risentono  dell’alternarsi giorno-notte; da sfruttare allora per raggiungere la forma senza dover  stare troppo attente a calorie e porzioni.Chi detta le regole

La cronodieta si basa sul  cosiddetto  “orologio ormonale”, ossia tiene in considerazione  in quale momento del giorno (o della notte) vengono prodotti alcuni ormoni, fondamentali  a livello metabolico e per il mantenimento del peso forma.

L’ormone Gh

È quello della crescita, favorisce la produzione  delle proteine e l’aumento  di massa muscolare; stimola l’uso dei grassi a scopo energetico (aiuta a bruciare i rotolini localizzati). Il picco massimo  è intorno alla mezzanotte e i minimi durante il giorno.

Il cortisolo

Contribuisce ad immagazzinare i grassi  a livello addominale. Il picco massimo è alle 3/4 del mattino, quello minimo verso le 22,00.

cronodieta

L’insulina

Abbassa la glicemia. Non ha orario di picco massimo: entra in circolo quando gli zuccheri  nel sangue si  alzano oltre una soglia limite.

Il glucagone

È l’antagonista dell’insulina e favorisce  l’innalzamento della glicemia. Non ha un orario: entra in gioco se la glicemia è bassa.

Gli orari degli ormoni

La produzione di  ormoni regola  diverse funzioni dell’organismo, fra cui l’attività metabolica; di conseguenza anche i tempi e  la capacità di assorbimento di un certo cibo variano  in base al momento della giornata. Leggi anche Attiva il tuo metabolismo

È importante, per la cronodieta,  introdurre gli alimenti a maggiore contenuto di carboidrati entro il pomeriggio, perché sono bruciati  più velocemente  grazie al livello elevato  di  ormoni tiroidei e surrenalici.

Alla sera, invece,  è bene puntare sui cibi proteici,  che favoriscono la produzione dell’ormone della crescita (il Gh) e l’aumento della massa magra. Oltretutto le proteine  stimolano la melatonina, l’ormone che regola il sonno e assicura energia  al risveglio.

Nella cronodieta c’è un momento per ogni cosa

Il pranzo, oppure la colazione se si hanno almeno 10 minuti da dedicarle,  è l’occasione più “sicura” per concedersi carboidrati e zuccheri senza rischiare troppo  per la linea. Questo perché nella tarda mattinata-primo  pomeriggio, il metabolismo  è attivo  e l’organismo ha a disposizione  lungo tempo per  bruciare le calorie. Per lo stesso motivo è meglio riservare al pranzo le verdure più zuccherine (carote, pomodori, ecc.).

Per la cena, invece, gli alimenti perfetti della cronodieta,  sono quelli proteici,  sostanziosi ma leggeri, come il pesce e la carne magra, abbinati a un contorno di verdure.

Come spuntino è ideale la frutta. Appaga e sazia; consumata lontano dai pasti, poi, non c’è il rischio che causi fermentazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...