Alitosi: basta lavare i denti?

Alitosi: anche se nel 90% dei casi è un problema che nasce in bocca, non sempre l’igiene a casa è sufficiente.

C’è chi soffre spesso di alitosi e chi meno. E chi persino non se ne accorge. L’alito cattivo è un dsturbo imbarazzante  per chi ne è colpito e per chi  gli è vicino. Nei casi più seri, può anche limitare rapporti  e amicizie, senza contare il disagio che può rappresentare  nella vita di coppia,  dove gli incontri sono più “ravvicinati”.

Nel 90% dei casi le cause di alitosi   sono legate ai problemi alla bocca, che possono quindi essere risolti 

tra le mura dello studio dentistico.

Per combattere l’alitosi è sempre bene lavarsi i denti, avendo cura di rimuovere ogni residuo di cibo: è questa la prima misura da adottare.

Patina linguale

È una scarsa o mancata igiene della lingua, con presenza di una patina biancastra di placca batterica sulla superficie. Per la sua struttura ruvida la lingua   è facile ricettacolo di batteri, soprattutto solforati, che causano, appunto, alitosi. si cura  con rimozione meccanica della patina linguale con strumenti specifici, uso di collutori per mascherare il cattivo odore,  di sostituti salivari e gomme da masticare.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...