Acqua: scegli quella giusta per te

Acqua: ce ne sono di diversi tipi, alcune si adattano meglio di altre  alle diverse esigenze  e possono aiutare a risolvere  piccoli disturbi.

Per mantenere il giusto grado di idratazione, per il corretto funzionamento del metabolismo,  per eliminare le tossine: ormai lo sappiamo bene che bere, e in abbondanza,  è indispensabile per tutto l’organismo. Leggi anche Dieta: quanto bisogna bere?Quello di cui spesso ci si dimentica,  invece, è che per trasformare l’acqua in bottiglia in una vera e propria alleata di salute e benessere, è altrettanto importante scegliere  quella giusta.

Per chi è molto sportiva

Per integrare la perdita di liquidi che l’organismo subisce durante l’attività fisica,  innanzitutto bisogna bere di più rispetto a chi fa una vita sedentaria. Poi è meglio scegliere un’acqua ricca di sali minerali e in particolare di calcio, importante per la solidità  delle ossa, di ferro che allevia il senso di fatica e di magnesio e potassio che facilitano la contrazione dei muscoli.

acqua

Per chi ha i calcoli renali

In questo caso è ideale un’acqua minimamente mineralizzata, ossia che ha un contenuto di sali minerali (il cosiddetto residuo fisso) inferiore a  50 milligrammi per litro. Si tratta di acque leggere che favoriscono la diuresi e aiutano a espellere gli eventuali  piccoli calcoli renali.

Per chi deve perdere peso

Per metabolizzare i grassi serve molta acqua, quindi ancora una volta il consiglio è di bere il più possibile durante il giorno  e di abbinare a un’alimentazione  adeguata, a seconda delle prescrizioni del medico, un’acqua oligominerale che, con un basso contenuto di sali minerali, contrasti il ristagno della cellulite,  a volte associato  ai chili di troppo.

Per chi soffre di ritenzione idrica

C’è chi pensa di dover bere meno in modo da trattenere meno liquidi ed eliminare così la sgradevole sensazione di gonfiore. Invece, è vero l’esatto contrario: chi ha la tendenza alla ritenzione, dovrebbe bere molto, ma optare per un’acqua oligominerale che, contenendo poco sodio, favorisca l’eliminazione delle scorie con l’urina e, quindi, anche la disintossicazione dell’organismo.

Per chi ha l’intestino pigro

In questo caso gioca un ruolo prezioso  l’acqua ricca di ioni solfato. Basta controllare in etichetta che i valori della sigla SO4 siano superiori a  200 milligrammi e quelli di magnesio superiori a 50 milligrammi: entrambi gli elementi , infatti,  hanno una lieve azione lassativa.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...