Peso: perché le sue variazioni possono far male alla salute

Peso: perché le sua continue variazioni possono far male alla salute.

Variare troppo spesso il nostro peso  può dipendere, per prima cosa, dall’aver seguito diete troppo  rigide e squilibrate.
Se capita di mangiare troppo poco per un certo periodo di tempo  il nostro corpo si abitua a funzionare  con un livello di energia basso,  ma quando la quantità di cibo introdotto aumenta improvvisamente,  esso reagisce immagazzinando  le riserve di grasso, come se prevedesse un nuovo periodo di “carestia”.
In questo modo si entra in una specie di circolo vizioso che risulta poi molto difficile da interrompere.
Questa continua fluttuazione di peso  compromette, poi, la possibilità di perdere i chili in più. Il metabolismo tende infatti a risparmiare  e la possibile conseguenza è il temuto effetto Yo-yo che può anche portare all’obesità. Se il fenomeno si ripete molto spesso  l’aumento di peso potrebbe arrivare, infatti, fino al 20%.

peso corporeo

 

Le variazioni di peso possono anche influenzare il sistema cardiaco.

Recenti studi hanno rilevato  che l’aumento e la perdita di peso continui ed in maniera brusca possono portare ad un maggiore rischio di infarto.
I chili persi non vengono solo recuperati velocemente ma vengono distribuiti in modo  diverso nell’organismo. La tendenza è di un maggiore accumulo  nella zona addominale  e, quindi,  si potrebbe avere una maggiore tendenza di rischio di infarto.

I cambiamenti di peso possono influire anche sul tono generale dell’umore.

L’autostima viene infatti messa a dura prova in  chi si rende conto che il peso accumulato non può essere perso in modo semplice e soprattutto che non si riesce a stabilizzarlo.

Cosa fare per non recuperare i chili persi.
La prima regola è di non perdere peso in modo tropo repentino: 1 o 2 chili al mese è la normalità. Per ottenere questo risultato e e non tornare più ad accumulare chili di troppo occorre cambiare la propria alimentazione.

Bisogna distribuire i pasti in cinque porzioni giornaliere: 3 pasti principali e 2 snack (uno al mattino e uno al pomeriggio). Si deve mangiare sempre alla stessa ora e controllare che le porzioni non siano troppo abbondanti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...