Unghie: smetti di mangiarle!

Unghie: quella di mangiarle è una cattiva abitudine molto diffusa, che alla lunga può diventare “cronica”.

Mangiarsi le unghie è una cattiva abitudine che a volte sfocia in un disturbo compulsivo, l’onicofagia. Oltre a rendere le unghie  sgradevoli a vedersi, può con il passare del tempo esporre a infezioni. Inoltre anche i denti possono danneggiarsi a furia di mordere una sostanza dura. Insomma, il rosicchiamento delle dita è un atteggiamento che va perso al più presto.

Ecco qualche consiglio utile.

Tenerle corte

Tagliarle è un modo per disabituarsi.

Infatti, non si offre ai denti un appiglio sufficiente per mordere. Anche le pellicine vanno  eliminate e le cuticole spinte indietro con un bastoncino di legno di arancio.

unghie

Coprirle con un cerotto

Avvolgere la punta delle dita con cerotti costituisce  un ostacolo meccanico al rosicchiamento. È bene sostituirli spesso perché con l’acqua tendono a staccarsi spesso.

Indossare i guanti

In casa è possibile usare guanti in lattice, che permettono di avere una buona manualità. Se si è fuori si possono mettere guanti in tessuto, pile, pelle quando fa freddo.

Trovare dei sostituti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...