Massaggio per capelli: come si fa

Massaggio per capelli: soprattutto al cambio di stagione, quando sono più deboli,  è quello che vi vuole  per rimetterli in forma.

Il massaggio per capelli è piacevole e rilassante, ma anche efficace per rinforzare il cuoio capelluto.

Occorrono solo 5 minuti ma dà ottimi risultati. Il massaggio per capelli  permette, infatti, di stimolare la circolazione, dare ossigeno e apportare sostanze nutritive  ai bulbi, in modo che i capelli  crescano più forti e vitali.

Il massaggio è utile sempre per preservare  la salute della chioma e diventa  prezioso soprattutto nel cambio di stagione.

Prima dei trattamenti

Il massaggio per capelli è utile per far penetrare meglio  i prodotti di trattamento, in particolare le lozioni, le fiale e i sieri, che aiutano a dare forza  al capello e a contrastarne la caduta.

Si può, quindi, sfruttare il momento dell’applicazione di queste formule per procedere. L’ideale sarebbe  dedicarsi al massaggio per capelli  dopo il lavaggio con acqua calda,  che prepara al meglio il cuoio capelluto  a riceverlo. Leggi anche Capelli bianchi: lasciarli al naturale

Come procedere al massaggio per capelli

Prima di tutto mettetevi in una posizione comoda  sedute,  oppure sdraiate in modo da avere  la testa leggermente sollevata.

massaggio per capelli

Iniziate picchiettando dolcemente  il cuoi capelluto con i polpastrelli, partendo dalla nuca e risalendo fino alla fronte, in modo da coprire tutta la superficie  della testa.

Poi appoggiate i polpastrelli di entrambe le mani  alla base della nuca e  cominciate ad eseguire  una serie di lenti movimenti rotatori; risalite fino alla sommità della testa e continuate, scendendo fino alla fronte.

Il segreto per un perfetto massaggio per capelli è non muovere le mani, ma il cuoio capelluto: la pressione delle dita  deve essere decisa, ma non  fastidiosa e ogni volta  che si spostano i polpastrelli,  continuare il massaggio  sulla zona per almeno 30 secondi.

Alla fine, mettete le mani tra i capelli e tirateli, naturalmente con grande dolcezza, senza strapparli.

Attenzione a questi errori

Usate solo i polpastrelli, non le unghie per non irritare il cuoio capelluto, e procedere  cercando di “scollarlo” senza strofinarlo, un gesto che potrebbe  favorire la comparsa della forfora.

Non massaggiate le tempie: in questa zona, ci sono molte terminazioni  nervose e il contatto potrebbe essere più fastidioso che piacevole.

Proseguite il massaggio per capelli per almeno 5 minuti, ma  non più di 10, per evitare di stimolare eccessivamente le ghiandole sebacee  e produrre troppo sebo  che finisce per ungere i capelli.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...