Capelli: che tempo fa?

Capelli: fra i trattamenti  di ultima generazione  ci sono quelli che aiutano a tenerli sotto controllo con tutti i tipi di situazione meteorologica.

Ogni donna vorrebbe una chioma diversa:  più brillante se è spenta,  più piena e forte se è sottile,  più dolce se si increspa. Obiettivi che si possono raggiungere  “rubando” qualche segreto a hair stylist, dermatologi e.. alle nonne!

Più disciplina  e morbidezza

Lisci o ricci, non conta. Se i capelli sono ribelli,  per domarli serve mano decisa e l’aiuto dei prodotti giusti.

È la secchezza a favorire l’effetto crespo  nei capelli lisci,  mossi e ricci. la fibra arida ha squamette di rivestimento scompaginate, tra le quali l’umidità penetra, deformando il capello, che si gonfia e si increspa.

Perché la chioma non si inaridisca servono, allora,  attenzioni puntuali e precise. Partendo da uno shampoo delicato,  con un pH non alcalino per evitare che sollevi le squame.

Dopo ogni lavaggio ci vuole un balsamo  che disciplini,  apportando idratazione, al quale si può aggiungere, a capelli umidi, uno spray  senza risciacquo con principi attivi districanti. Una volta alla settimana sì ad un impacco  con olio di Argan  su capelli asciutti da lasciare almeno mezz’ora.

Al momento dello styling

Per evitare l’effetto crespo non lasciare mai  i capelli umidi, qualsiasi sia la tecnica di asciugatura  scelta. Dopo aver applicato uno spray  disciplinante,  i capelli ricci si asciugano  con un diffusore che propaga  il calore senza seccare la fibra,  limitandosi ad attorcigliare le ciocche  intorno alle dita senza la spazzola.

Sì al brushing  per i capelli lisci, avendo di usare il phon  con il bocchettone che riduce il crespo,  di regolare la temperatura sul medio calore e di pettinare le ciocche  con una spazzola in setole naturali  piatta,  oppure rotonda e grossa, se i capelli sono spessi.

Più forza e vitalità

I primi segni di una perdita di vitalità  iniziano dalle punte, la parte più fragile dei nostri capelli; poi si passa alle lunghezze,  che diventano ruvide al tatto e facili a rompersi al solo contatto della spazzola. Non vanno trascurate le aggressioni esterne,  il freddo e il forte smog durante l’inverno, il sole e il sudore in estate.

capelli

Più luce e brillantezza

Se i capelli sono spenti e opachi, il momento del risciacquo è fondamentale. Quando i capelli sono poveri di luce e di vitalità la colpa  è delle aggressioni a cui sono sottoposti. Lo shampoo deve quindi essere dolce  per non impoverire la fibra e arricchito con sostanze idratanti che evitano la secchezza,  tra le cause dei capelli spenti. Il risciacquo è un momento chiave, visto che i residui di sporco  o di trattamenti opacizzano. Via libera all’acqua prima calda, tiepida e fredda, per rinsaldare le squamette che  rivestono il capello in modo che la luce si rifletta. Le nonne consigliavano un paio di cucchiai di aceto di mele nell’ultimo risciacquo. Un gesto che si può interpretare  in chiave moderna con “aceto cosmetico”.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...