Bellezza: acido glicolico e ialuronico

Bellezza: l’acido glicolico e quello ialuronico fanno bene alla pelle, ma ognuno a modo proprio.

Acido glicolico: più luce e levigatezza

È il più piccolo degli alfa-idrossiacidi, una famiglia di acidi  naturali largamente utilizzata in cosmetica e in medicina estetica.

Idratante a basse concentrazioni, a dosi più elevate svolge  una decisa azione esfoliante e stimolante sul rinnovamento  cutaneo rallentato dall’età; questo lo rende  indicato per dare nuova luce e vitalità alla cute, contrastando con efficacia rughe e macchie, discromie, esiti cicatriziali, melasma e smagliature. Insomma, un toccasana per la bellezza della pelle.

Come tutti gli acidi, induce un incremento  della sensibilità cutanea all’esposizione solare; pertanto  il suo impiego è consigliato nei mesi  invernali. Dopo l’utilizzo dell’acido glicolico sotto forma di peeling è consigliabile  proteggere la pelle  con creme ad alto fattore protettivo.

In cosmetica: preservare la bellezza, contro i segni del tempo

bellezza

A basse concentrazioni (tra il 4 e il 10%) ha una funzione  idratante utile per tutti i tipi di pelle. A percentuali superiori, che possono arrivare fino al 30% svolge un’azione esfoliante  e rinnovatrice, preziosa per le pelli stanche e segnate. Leggi anche Ecco che cosa concorre all’invecchiamento della pelle

I prodotti che lo contengono sono utili per  attenuare rughe e macchie,  rendere uniforme e luminoso  l’incarnato,  ridurre la visibilità dei pori e delle imperfezioni. Si impiegano a cicli di un mese  da ripetere anche più volte l’anno, purché con un periodo di pausa  di 30 giorni tra  l’uno e l’altro.

Acido ialuronico: più idratazione e turgore

È un glicosaminoglicano, componente  fondamentale dei tessuti connettivi e abbondante a livello del derma, dove svolge un ruolo di sostegno e di nutrimento, garantendo l turgore e  l’elasticità della cute. Una delle sue peculiarietà è  l’elevata capacità di assorbire  acqua e di gonfiarsi offrendo idratazione  e pienezza alla pelle.

La durata del risultato dipende  dal tipo di acido ialuronico utilizzato, ma soprattutto dalle caratteristiche  individuali,  come l’età, la predisposizione personale, il fumo, l’esposizione ai raggi solari o alle lampade Uv, la manipolazione  continua della zona trattata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...