Archivio Mensile: gennaio 2015

Couperose: guarisce a tavola

Couperose: il rossore  delle guance che va e viene e diventa stabile e permanente.

Questo disturbo dermatologico si manifesta soprattutto  in inverno, a causa  dei continui passaggi  da ambienti caldi al freddo che portano i vasi sanguigni a restringersi e dilatarsi in breve tempo  e a perdere elasticità, fino a rompersi.

Per cercare di tenere il problema della couperose sotto controllo, riducendo al minimo i fastidiosi  inestetismi,  occorre puntare anche sull’alimentazione, seguendo una dieta antinfiammatoria, ricca di nutrienti  dalle proprietà protettive e rinforzanti.

L’importanza della dieta

Per contrastare e ridurre al minimo  i segnali della couperose è molto utile seguire una dieta mirata,  in grado di controllare la produzione di sebo (grasso  cutaneo) e di contrastare la dilatazione  dei piccoli vasi sanguigni.

Sì, allora, ai tanti benefici  di una dieta qualitativa che punta su cibi ricchi di nutrienti  essenziali dalle proprietà  antiossidanti. Un modo efficace per combattere la perdita  di elasticità dei capillari  del viso e l’infiammazione delle cellule, che sono  alla base di questo disturbo della pelle. In particolare, contro la couperoseserve una dieta antinfiammatoria  che mira ad aumentare l’apporto  di alcuni nutrienti  contenuti nei cibi.

Più antiossidanti per il microcircolo

Per proteggere il microcircolo,  occorrono tanti ossidanti: vantano proprietà antinfiammatorie  protettrici di pelle e vasi sanguigni, regolano le funzioni dell’intestino, un organo che  gioca un ruolo importante per le difese di tutto l’organismo.

Contro la couperose occcorre aumentare gli omega 3

Questi acidi grassi essenziali  proteggono la pelle,  migliorano l’elasticità  e la resistenza dei vasi sanguigni. Quindi, sì a pesce azzurro (sarde, alici,  aringhe, sgombro, spada, tonno fresco), semi di lino,  noci e semi di chia.

Sì alla coppia vitamina C+ quercetina

La vitamina C potenzia l’azione antiossidante  dei flavonoidi, con il risultato di una maggiore resistenza  e permeabilità  delle pareti dei capillari, con una riduzione della formazione di couperose.

couperose

A sua volta questa vitamina va abbinata alla quercetina (presente in mele,  cipolle e tè nero), che rinforza le pareti dei capillari. I due nutrienti,  infatti,  agiscono in modo  sinergico: la vitamina “ripara” la quercetina ossidata e questa,  a sua volta, impedisce la fotossidazione (degenerazione) della prima.

Servono anche gli oligoelementi

È importante introdurre regolarmente con la dieta il complesso di oligoelementi manganese-cobalto che si trova in: avena, grano saraceno,  basilico, prezzemolo. Questi nutrienti favoriscono l’elasticità e il benessere vascolare e stimolano le capacità riparatrici della pelle, aiutando a ridurre la couperose. Servono, poi, frutta secca, pollo, bresaola,  vitello, uova e banane: forniscono triptofano e fenilanina, i precursori della melatonina,  un ormone utile  per controllare la regolazione  del tono vascolare e  ridurre la vasodilatazione.

Colpa anche di squilibri ormonali

Le cause della couperose non sono del tutto note,  ma si pensa che alla base ci siano disfunzioni  ormonali che portano ad un alto  livello di  corticosteroidi nel sangue, oppure un cattivo funzionamento  dell’intestino e del fegato.

Possono accentuare la comparsa della couperose anche  una predisposizione genetica legata  all’esposizione al sole,  le situazioni che liberano istamina e favoriscono  la dilatazione dei capillari, così come le continue variazioni  atmosferiche,  in qualche caso,  le reazioni provocate da un acaro della pelle, il Demodex folliculorum.

Cavolo: ecco le sue molte proprietà

Cavolo: il suo consumo è ideale per una dieta  che coniuga linea e salute. Il cavolo ha un’ottima  azione antinfiammatoria. In una buona dieta dimagrante sarebbe opportuno inserire  differenti varietà di cavolo: cavolo verza, nero, cappuccio,  riccio, cavolini di Bruxelles, … Per saperne di più

Dimagrire: come associare gli alimenti

Dimagrire: ogni pasto della giornata  alimentare ha esigenze diverse. Per dimagrire in modo sano la nostra dieta deve ricreare l’equilibrio ormonale che ci fa stare bene. Colazione a base di pane e olio A colazione abbiamo bisogno di energia,  ma … Per saperne di più Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...