Archivio Mensile: agosto 2013

Farmaci e cibo: attenzione alle relazioni pericolose

Capita che cibo e farmaci formino una strana coppia: a volte si completano, altre si ostacolano, altre ancora si potenziano a vicenda, creando sgraditi  effetti speciali.

Se si usano determinati medicinali,  alcuni alimenti vanno evitati  e,viceversa,  se si è consumata una dose eccessiva di un determinato cibo è bene non scegliere proprio quel farmaco.  

Latte più antibiotici. Il latte è uno dei pochi cibi graditi  ai bambini  che stanno poco bene e che stanno seguendo una cura  con antibiotici. Il latte può diminuire l’efficacia di moltissimi antibiotici, anche dei più comuni, ritardando la guarigione dei più piccoli.

Resized-UR5AR

 

Soia più ormoni tiroidei. Gli alimenti a base di soia (farina, latte, tofu, seitan) rendono inefficaci i farmaci usati per  i disturbi della tiroide. Stesso effetto hanno anche le dosi abbondanti di caffè,  tè  e cacao.

Pompelmo più statine. Il succo di pompelmo potenzia l’effetto delle statine, farmaci usati contro il colesterolo. Un’azione simile, ma meno intensa, l’avrebbero arance,  melagrana e ribes: alimenti che, tra l’altro,  sono ricchi di sostanze  antiaggreganti contro i grassi nel sangue.

Lattuga più anticoagulanti. Le crucifere, come cavoli e verza,  e le verdure a foglia larga  come spinaci e lattuga,  ostacolano l’effetto degli anticoagulanti , favorendo il rischio di ischemie  e trombi per la presenza  di vitamina K,  che esercita una spiccata azione  antiemorragica.

I tre frutti che aiutano a depurarci

La frutta aiuta moltissimo il nostro organismo a depurarsi e a smaltire un eccesso di liquidi e tossine. Per individuare la frutta giusta per la nostra alimentazione, è bene conoscerne caratteristiche nutrizionali e proprietà. La papaia: eliminare le scorie. Composta … Per saperne di più Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...